In Evidenza

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e-mail certificata:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel. 0881/636571 –  Fax 0881/330399

Codici Meccanografici

Foggia: fgps040004 – Accadia: fgps040015

Codice Univoco Fattura Elettronica: UF9Z23

Codice Fiscale: 80031370713

I versamenti dovranno essere eseguiti mediante bollettino postale o accredito bancario intestato a Liceo Guglielmo Marconi Foggia utilizzando i seguenti codici:

C/C Postale: 10071710 – Codice IBAN: IT 23 K 07601 15700 000010071710

CONTATTI

INSEGNAMENTO OPZIONALE DI INFORMATICA

L'insegnamento opzionale di Informatica ha proposto un’attività sperimentale rivolta agli studenti delle classi prime dell’istituto, finalizzato al potenziamento delle competenze digitali degli studenti e allo sviluppo del pensiero computazionale.

Di seguito si allegano i link, in cui è possibile consultare quanto realizzato durante il corso tenuto rispettivamente dalle docenti prof.sse Bada M.Lucia e Palumbo Pia per le sedi di Accadia e Foggia.

http://www.epubeditor.it/ebook/?static=92014

https://padlet.com/marialuciabada01/k48idi29231p

https://padlet.com/piapalu65/ccgmfl1sbyft

“STORIE DI TALENTI DIGITALI” - I LAVORI DEL FUTURO

 

 

“Storie di talenti digitali” è il titolo di un incontro svoltosi lo scorso 20 marzo, presso l’auditorium del Liceo scientifico “G. Marconi”. Protagonisti giovani ragazzi, originari della provincia di Foggia, che hanno sfondato nel campo del digitale: Marco Matera, Nicola Russo, Giuseppe Matrella, Vincenzo Colucci e, in qualità di esperto di comunicazione digitale, Roberto Zarriello. A metterli insieme nell’auditorium del liceo Marconi ci ha pensato la professoressa Pia Palumbo, animatore digitale dell’istituto nell’ambito delle iniziative di diffusione e promozione del Piano Nazionale Scuola Digitale, moderatrice dell’incontro prof.ssa Daniela Zazzara.

Primo fra tutti a prendere parola è stato il ventisettenne manfredoniano Vincenzo Colucci, che ha raccontato il suo lungo percorso, iniziato fra i banchi di scuola, proseguito poi alla Facoltà di informatica a Bologna, dove il giovane ha continuato gli studi. Proprio in quegli anni ha cominciato a creare app per smartphone, dal simulatore di batteria all’app  per semplificare la divisione delle spese tra coinquilini,  dalla  app che trasforma il telefono in un orologio da tavolo al simulatore di gratta e vinci. In pochi giorni crea un prototipo di quest’ultima e la pubblica sul Google Play Store ed incomincia ad avere i suoi primi introiti.

Ciò che ha reso Vincenzo famoso nel mondo è stato il Flower Launcher, oggi noto come Smart Launcher, un’app che consente di personalizzare la home screen degli smartphone come più si preferisce.

Questa app ha avuto talmente tanto successo da essere selezionata per il concorso a livello europeo “Digital Top 50”.

Al momento Smart Launcher è disponibile sugli appstore per android e conta più di 50 milioni di download.

Subito dopo la parola è passata a Nicola Russo, Marco Matera e Giuseppe Matrella, che hanno avuto successo non solo in Italia, ma anche nella capitale inglese, Londra. Lì hanno travato persone che hanno creduto nella loro idea e hanno deciso di finanziarla, permettendogli di realizzare il loro sogno.

Tutto ha avuto inizio con una PRESA SMART, capace di automatizzare “devices non smart”. Il progetto subì una modifica e la “presa” divenne una vera e propria app capace di controllare e gestire l’intera casa, dagli elettrodomestici ai consumi generali.

Attualmente essi sono Co-Founder e sviluppatori dell’app “Gideon Smart Home”.

Ultimo ospite della conferenza è stato Roberto Zarriello, laureato in scienze politiche all’università di Bari, il quale altre ad essere un rinomato saggista, è anche docente di comunicazione digitale e Social Media, scrive di comunicazione e web presso HUFFINGTONPOST.IT e collabora con TISCALI.IT.

Nel 2015 Zarriello ha inoltre ricevuto il premio giornalistico nazionale “MARIA GRAZIA CUTULI” nella categoria “web, editoria digitale”.

Gli argomenti trattati durante l’incontro hanno catturato l’attenzione degli alunni, i quali hanno partecipato attivamente chiedendo suggerimenti su come avvicinarsi al mondo del digitale e a quello imprenditoriale.

In particolare, gli alunni sono rimasti colpiti da un’affermazione di Marco Matera: «il futuro oggi non è incerto, è ben definito, perciò pensate a cosa c’è nel mondo, sviluppate il pensiero critico»

Antonio Cericola

Dalila D’Amelio

(3a E)

 
  • 20170320_094928
  • 20170320_095039
  • 20170320_095134
  • 20170320_095201
  • 20170320_095430
  • 20170320_113550
  • IMG_7081
  • IMG_7083
  • IMG_7084
  • IMG_7085
  • IMG_7087
  • IMG_7090
  • IMG_7094
  • IMG_7096
  • IMG_7098
  • IMG_7100
  • IMG_7102
  • IMG_7104
  • IMG_7105
  • IMG_7106
  • IMG_7107
  • IMG_7109
  • IMG_7111
  • IMG_7113
  • IMG_7114
  • IMG_7115
  • IMG_7117
  • IMG_7118
  • bootstrap carousel
  • IMG_7123
wowslider.com by WOWSlider.com v8.7

 

 

SETTIMANA DEL PNSD 2015

 

La nostra scuola, nell'ambito della Settimana del Piano Nazionale per la Scuola Digitale (7-15 dicembre 2015, partecipa  all'Ora del Codice.  L'iniziativa, nata negli Stati Uniti nel 2013, ha l'obiettivo di diffondere il pensiero computazionale che aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente, qualità che sono importanti per tutti i futuri cittadini. Il modo più semplice e divertente di sviluppare il pensiero computazionale è attraverso la programmazione (coding ) in un contesto di gioco.

La 1ª E, 1ª F e 2ª F imparano a programmare i droidi e creano la propria versione di Guerre Stellari, in una galassia lontana lontana ...

E inoltre, studenti e Problem Solving alla LIM: geometria e illusione ottica, diagrammi di Venn e la risoluzione di un problema.

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/settimana_digitale.html